Continuiamo il nostro approfondimento di FlashBlade e lo facciamo con un taglio più tecnologico e legato alle nuove funzionalità del nostro storage all-flash Unified Fast File and Object.

Ma anzitutto cosa significa esattamente Unified Fast File and Object?

Si tratta di una nuova categoria storage, a cui FlashBlade appartiene a pieno titolo, che riunisce quelle piattaforme che forniscono accesso applicativo ai dati non strutturati, sia attraverso protocolli File sia Object (S3).

Vi invito a leggere il Paper di IDC di luglio 2020 intitolato “Pure Storage introduces a new Unified Fast File and Object market category at its accelerate user conference” e anche il post di Umberto sul tema.

In breve:

  • gli storage NAS sono stati storicamente utilizzati per filesharing, oppure con accesso applicativo  In questo contesto le performance sono un valore importante  per garantire accesso concorrente ai dati, ma la scalabilità è tipicamente limitata, da qualche decina a poche centinaia di TB;
  • sull’altro versante, gli object storage sono sempre stati considerati elementi di pura archiviazione, addirittura dispositivi WORM (write once, read many). Per questa natura, le performance non sono mai state considerate un requisito significativo; lo era invece la richiesta di scalabilità, anche nell’ordine dei Petabyte.

FlashBlade, in questo contesto, aggiunge le prestazioni di uno storage all-flash con un throughput e un parallelismo massivi e la possibilità di gestire entrambi i protocolli con estrema efficienza. Aggiunge anche la capacità di crescere in maniera lineare sia nella capcità sia nelle performance.

Nei tre anni trascorsi dal lancio iniziale di FlashBlade, Pure ha mantenuto un impegno continuo per l’innovazione della soluzione. I nostri team di ingegneri si sono concentrati sul miglioramento della maturità della piattaforma FlashBlade aggiungendo via via funzionalità chiave per l’utilizzo in un contesto Enterprise.

Come sapete l’aggiornamento del sistema operativo può essere eseguito a caldo, senza interruzione del servizio o degrado delle prestazioni: questo è un principio di design e operativo nel DNA di tutti i prodotti di Pure.

Purity 3.0 per FlashBlade

Il rilascio di Purity 3.0 per FlashBlade, testimonia il continuo investimento in ricerca e sviluppo della piattaforma.

Abbiamo costantemente migliorato gli stack hardware e software che forniscono storage veloce e unificato per file e oggetti: dallo chassis iniziale a 15 blade all’attuale possibilità di avere 150 blade in una configurazione multi-chassis. Parliamo di un incremento di 10x.

Dal punto di vista del software, Purity 3.0 per FlashBlade (Purity // FB 3.0) offre una crescita continua di caratteristiche e funzionalità. Sulla base del feedback dei clienti, abbiamo aggiunto funzionalità tali da affrontare i casi d’uso più critici in contesti applicativi business critical tra cui il ransomware e la protezione dei dati.

Performance, Agilità e Semplicità

FlashBlade 3.0 è stato progettato per allinearsi alle caratteristiche di prestazioni, agilità e semplicità che continuano a caratterizzare i prodotti Pure.

FlashBlade offre prestazioni lineari e prevedibili scalando per gestire decine di miliardi di file e oggetti e per supportare l’elevato throughput e la bassa latenza delle applicazioni moderne, in particolare di quelle che fanno un uso intensivo dei dati; consente inoltre agli utenti di adattarsi al flusso costante di modifiche del carico di lavoro e ai requisiti operativi che cambiano in continuazione. L’approccio programmatico a queste nuove sfide richiede un set particolarmente ricco di API REST.

Purity // FB è progettato da zero per il flash, con un’architettura di metadati scalabile in grado di offrire prestazioni senza precedenti perché il software parla con ogni chip flash, utilizzando un percorso di dati estremamente parallelo per accelerare l’accesso ai dati per le applicazioni odierne a uso intensivo di dati.

Cosa c’è di nuovo in Purity // FB 3.0

In breve e per punti:

  • File Replication: consente di fare una politica di disaster recovery del file systems. Dati in read-only sul sito di replica abilitano politiche di data validation e testing di DR
  • Object replication: La replica degli oggetti tra due FlashBlade migliora l’esperienza per gli utenti distribuiti geograficamente, fornendo sia una minore latenza sia un incremento del throughput di lettura. La replica degli oggetti in formato nativo da FlashBlade ad Amazon S3 offre mobilità nel cloud. E’ così possibile usare il cloud per una copia secondaria del dato o utilizzare i servizi di cloud pubblico per accedere ai dati generati on-prem
  • Filesystem rollback: una feature fondamentale di data protection, Filesystem Rollback consente il fast recovery dei file system da snapshot.
  • NFS v4.1 Kerberos: supporto a Kerberos v4.1 per offrire un livello avanzato di sicurezza autenticando gli utenti che si connettono ai file system NFS v4.1 su FlashBlade.
  • Audit logs e supporto SNMP support: miglioramento delle funzionalità di sicurezza, alerting e monitoraggio per dare sempre più corpo alla vocazione di tipo Enterprise di FlashBlade.

Questi miglioramenti testimoniano la continua evoluzione verso funzionalità full-Enterprise di FlashBlade.

Vi invito a scaricare il datasheet su FlashBlade e ad approfondirne la conoscenza sulla pagina principale.

Contattatemi per ulteriori informazioni, sarò felice di aiutarvi.

Luca Rossetti Systems Engineer

 

@          luca@purestorage.com

T            @lucaR055