image_pdf

Pure Storage è lieta di annunciare il completamento della sua prima valutazione di materialità. Si tratta di uno studio condotto da terzi, con lo scopo di identificare le aree prioritarie che si collocano a cavallo fra l’impegno verso gli stakeholder e il successo di business.

Ai fini della sostenibilità, una valutazione di materialità è una procedura formale che coinvolge gli stakeholder allo scopo di determinare il livello di importanza che attribuiscono a specifici problemi ESG (Environmental, Social, Governance, Ambiente, società e governance). Più dell’80% delle 250 aziende più importanti del mondo ha già identificato problemi di sostenibilità concreti nei propri report.

Anche se la valutazione di materialità viene spesso considerata il primo passo nel percorso ESG di un’azienda, in realtà noi lavoriamo su queste priorità già da diverso tempo. Molte di queste priorità sono già state incorporate nei nostri valori chiave e nella nostra strategia di business. Questo significa che tutti i team, le strategie e i collaboratori necessari sono già inseriti nelle nostre attività quotidiane.

In generale, le nostre aree prioritarie sono (non in ordine di importanza):

  • Energia e cambiamenti climatici
  • Diversità, inclusione e appartenenza
  • Selezione, fidelizzazione e sviluppo dei talenti
  • Pratiche aziendali etiche
  • Sicurezza e riservatezza dei dati

E adesso? Identificando le priorità, abbiamo la possibilità di snellire i nostri programmi e concentrarci sugli aspetti più importanti per i nostri stakeholder. Ora possiamo cercare di fare ancora di più per migliorare la situazione.

Iniziative Pure per la promozione dei principi ESG

Energia e cambiamenti climatici

Abbiamo recentemente effettuato un’analisi dell’impronta di carbonio di Pure, sia a livello di azienda (Ambiti 1, 2 e 3), sia a livello di prodotti (LCA). I risultati di tale analisi verranno utilizzati come baseline per la definizione degli obiettivi futuri in termini di emissioni di anidride carbonica, oltre che per fornire ai clienti tutti i dati necessari per calcolare e ridurre la loro impronta di carbonio.

Scopri di più sulla strategia di data storage sostenibile Pure >>

Diversità, inclusione e appartenenza (DIBS, Diversity, Inclusion, and Belonging)

Di recente abbiamo assunto un responsabile DIBS con lo scopo di integrare maggiormente i valori di diversità, inclusione e appartenenza in tutte le nostre business unit. Abbiamo anche diversi gruppi di affinità e ERG attivi, che ci permettono di costruire una comunità, ottenere un feedback critico e fornire un senso di appartenenza ai dipendenti e partner di Pure.

Pure si sta impegnando ad aumentare la diversificazione e ad espandere la pipeline dei talenti idonei, ad esempio riformulando le descrizioni delle posizioni aperte in modo da non richiedere una laurea e implementando un programma di ritorno al lavoro, che invita più donne a candidarsi.

Inoltre, l’anno scorso la Pure Good Foundation ha elargito 1 milione di dollari ad alcune organizzazioni no-profit che collaborano con la nostra azienda per risolvere questo problema. Stiamo anche offrendo programmi di tirocinio ai membri di queste organizzazioni.

Selezione, fidelizzazione e sviluppo dei talenti

C’è un motivo se il nostro punteggio NPS è di 83,5: il nostro talento. Per la nostra attività, è fondamentale selezionare e fidelizzare i migliori talenti del settore. Questi talenti sviluppano i nostri prodotti innovativi, creano una strategia accattivante per il nostro brand e le iniziative di marketing, e lavorano a contatto diretto con i clienti, per offrire le migliori soluzioni possibili e seguirne gli sviluppi, garantendo che abbiano successo.

Allo scopo di assumere e fidelizzare questi talenti, offriamo interessanti benefit, opportunità di crescita e una cultura stimolante ed equilibrata. Siamo stati certificati come Great Place to Work, inclusi nella classifica Best Large Workplaces di Fortune per la San Francisco Bay Area e nominati Best Workplaces in Technology nel 2020.

Valori ESG e pratiche commerciali etiche

Pure si impegna da sempre a lavorare in modo etico. Abbiamo adottato il Codice di condotta RBA e chiediamo ai nostri fornitori di fare lo stesso. Per assicurarci che i nostri dipendenti e partner operino in modo etico, abbiamo adottato diverse misure, ad esempio:

  • Tutti i dipendenti dichiarano una volta l’anno che intendono rispettare il Codice di condotta Pure e le altre policy fondamentali dell’azienda.
  • A tutti i dipendenti vengono offerte varie risorse di formazione dedicate a etica e conformità, sia al momento dell’onboarding che su base annua.
  • Gestiamo una hotline di segnalazione. Pure promuove attivamente il dialogo su questi argomenti fra i dipendenti e l’azienda, attraverso iniziative come la gestione di una hotline per le persone che desiderano esporre le proprie preoccupazioni.
  • Per ogni scorrettezza segnalata vengono tempestivamente condotte indagini approfondite, allo scopo di trovare una soluzione.
  • Eseguiamo controlli di due diligence sui nostri partner commerciali, imponendo il rispetto del Codice di condotta dedicato ai Partner come condizione per la partecipazione al Programma per i partner di Pure.

Sicurezza e riservatezza dei dati

Anche se Pure non conserva i dati sensibili dei clienti, i suoi clienti lo fanno. Per la nostra attività è pertanto essenziale realizzare prodotti che garantiscono i massimi livelli di sicurezza ai nostri clienti. Continuiamo ad assicurare la massima trasparenza su questi problemi e abbiamo adottato policy e procedure con lo scopo di garantire la protezione dei dati. Inoltre, Pure rispetta le normative e le linee guida di tutti i Paesi in cui opera. Visualizza la nostra Informativa sulla privacy.

E questo è solo l’inizio!

Siamo entusiasti di intraprendere questo percorso insieme ai nostri stakeholder, e intendiamo mantenerli costantemente informati su queste priorità mentre avanziamo verso obiettivi specifici.